Cementeria di Trani. Il "saggio breve" di Maria Angela Amato da Brundtland a Leontif

Maria Angela Amato, nata a Riccione e residente a Trani, ha pubblicato sul sito Agoramagazine.it un piccolo saggio avente come oggetto la cementeria che dovrebbe essere costruita a Trani. Di seguito vi proponiamo alcune parti dell'articolo e infine il link al quale potrete trovare l'articolo intero su agoramagazine.it. Noi riprendiamo le parti che riguardano in maniera più specifica la questione cittadina; un'altra voce che si aggiunge alle tante che si sono spese su questo argomento, da Legambiente, dagli agricoltori finendo con i dati forniti dal sindaco.


[...] 


La Natura muta irreversibilmente e si “vendica” dell’umanità. L’inquinamento è al 13° posto per le cause di morte, lo smog è la causa del 3% delle morti per malattie cardiache, del 5% dei tumori polmonari; l’esaurimento delle fonti energetiche e di materie prime ci riconduce alle apocalittiche leggi maltusiane.


Un probabile errore è dato dalla mancata considerazione dell’irreversibilità dell’accumulazione delle conoscenze nel processo di sviluppo umano. Ora l’ingenuità della definizione dello sviluppo sostenibile nel rapporto Brundtland sta nel supporre armoniosi rapporti tra le generazioni all’insegna dell’altruismo generalizzato. Ipotesi scarsamente plausibile anche sul terreno della giustizia sociale, dove il benessere delle generazioni presenti dovrebbe essere considerato complementare, piuttosto che alternativo, a quello delle generazioni future.


L’homo oeconomicus è razionalmente opportunista (free rider), quindi diventa difficile immaginare che, là dove non vi sia equità intragenerazionale-orizzontale, possa essere invece postulata quella a livello intergenerazionale-verticale. Il disinquinamento resta un bene pubblico difficilmente internalizzabile, se i consumatori fossero in grado di rilevare in modo veritiero le loro disponibilità a pagare per tale bene pubblico, il governo sarebbe comunque in grado di fornirne una quantità, politicamente determinata, che solo occasionalmente coinciderebbe con quella ottimale auspicata


[...]


Parlando dei cementifici, che sono impianti che generano un considerevole impatto sull’ambiente, essi devono possedere la VIA (valutazione impatto ambientale) e l’AIA (Autorizzazione Integrata Ambientale), poiché strumento per la riduzione integrata dell’inquinamento prodotto dalle attività industriali ad alto impatto ambientale. Il Consiglio Comunale di Trani (BT), nel luglio u.s. ha approvato una variazione del PUG trasformando un’area da zona agricola a zona industriale, superando così il vincolo della limitatezza delle aree industriali a scapito delle produzioni agricole, per consentire l’insediamento di una cementeria. La normativa vigente consente alle cementerie di bruciare rifiuti speciali pericolosi e combustibile da rifiuti (CDR). I camini di un cementificio emettono polveri sottili ultrasottili (diametro variabile tra 10 milionesimi di metro a 2 milionesimi di metro) che si disperdono nell’aria anche per molti chilometri lontano dalla fonte emittente.


L’Agenzia americana Epa (Environmental protection agency) ha stimato un’emissione di pari a 0,29 miliardesimi di grammi di diossine, equivalenti per kg di clinker prodotto, nei cementifici che non utilizzano rifiuti come combustibili, e di 24,34 miliardesimi di grammi/kg, invece, nei cementifici che usano rifiuti come combustibile, in altri termini la combustione dei rifiuti in un cementificio comporta un’emissione di diossine moltiplicata per 80 volte, rispetto all’utilizzo dei combustibili fossili usuali. Inoltre l’Unione europea stabilisce che i prodotti agroalimentari (e i loro derivati) nel raggio di 15 Km da un inceneritore non possono avere il marchio Dop o Doc.


Un impianto industriale, come una cementeria, genera, quindi, emissioni d’inquinanti ed è perciò causa di danni alla salute umana, e in genere di esternalità negative. Impatti ulteriori sull’inquinamento atmosferico provengono dai mezzi del parco veicolare circolante che transiteranno (in questo caso sulla strada provinciale Trani - Andria) dopo l’apertura della cementeria (le emissioni pugliesi di polveri sottili originate dal trasporto stradale contribuiscono per circa il 16% al totale di emissioni di polveri sottili stagionali).


La salute è un bene primario e di natura pubblica, così come lo stato di Natura è finito e non agevolmente ripristinabile. Fitoussi (2008) non auspica la fine della crescita dei livelli di vita, per salvaguardare l’ecosistema propizio alla crescita economica, ma una contrazione delle ineguaglianze in modo che una parte meno considerevole sia accaparrata dai più ricchi (nord?) mentre i più poveri (sud?) “liberi dalle costrizioni del quotidiano” (disoccupazione, sottocapitalizzazione, basso livello del reddito procapite) possano tornare a pensare all’avvenire (messo in serio pericolo dalla mutazione di destinazione dei terreni agricoli e dall’inquinamento di quelli circostanti ... nel raggio di 15 km). Ci ripeteremo ma Coase sosteneva l’indifferenza della distribuzione dei diritti di proprietà tra inquinatori e inquinati: la collettività avrà ancora qualche diritto?


Connessa al problema cementificio è, inoltre, la regolamentazione delle attività di cava, ogni anno si estraggono tra inerti, sabbia e ghiaia, circa 142 milioni di metri cubi. In Puglia si estraggono circa 25 milioni di tonnellate, con introiti per i cavatori di oltre 300 milioni di euro e nulla è versato al territorio! La cementeria del gruppo Matarrese sarà ubicata nei pressi della discarica comunale sulla provinciale Andria-Trani. La Puglia smaltisce in discarica l’80% dei rifiuti solidi urbani! Un sacrificio delle bellezze paesaggistiche di Trani, definita “bomboniera dell’Adriatico”, dalla qualità di vita elevata; e se il nuovo cementificio risultasse anche funzionale allo smaltimento dei rifiuti pugliesi per le “difficoltà” politiche di aumentare la raccolta differenziata? Secondo quanto riferito dal primo cittadino di Trani, Matarrese si è impegnato a non far bruciare rifiuti ma clinker. Gli agricoltori hanno avanzato la richiesta di rassicurazioni sull’impatto ambientale che la cementeria potrà comportare, ed hanno insistito sulla questione del lavoro: la cementeria impiegherà circa 100 operai, ma a discapito del settore agricolo tranese, che probabilmente perderà 3000 addetti.


[...]


Il progresso tecnologico stenterà a mantenere lo stato di natura, e riguardo all’innesco di un processo di sviluppo sostenibile, considerando anche che l’aumentata produzione di cemento coinciderà con un momento di crisi e contrazione dei settori d’impiego, sorgono alcuni dubbi.


 


 


 


A questo link potrete trovare l'articolo per intero: http://www.agoramagazine.it/agora/spip.php?article12654

CONDIVIDI

Notizie del giorno

Suo marito è ricoverato fuori Trani: i ladri le ripuliscono la casa Trani, si getta nella vasca e poi si lancia verso i binari: fermato da carabinieri e 118 Discarica di Trani, i comitati in pressione sul sindaco: «È il momento della verità. E delle dimissioni» Caso discarica, il curriculum dell'ingegner Massimo Guido, consulente scelto dal Comune di Trani AGGIORNATO. Discarica di Trani, Stasi precisa: «Contaminazioni nella sola discarica». Affidato l'incarico per condurla fuori della crisi: 40mila euro all'Ecologica, di Bari "Non siamo teppisti!", i tifosi della Vigor Trani a muso duro con la stampa. Comunicato congiunto tra società e Comune Il circolo del cinema di Trani ha il suo primo socio onorario: Tomas Milian Mare di Trani, la schiuma fa solo scena: Arpa certifica ancora che è tutto ok. Trattamento acque meteoriche, autorizzazioni provinciali entro dicembre Caso Molfetta, anche il sindaco di Trani è con i tifosi: «Mi schiero contro chi ha sparato a zero su di loro» BombOttocento, la nuova rubrica storica della nostra testata. Settimana dedicata a garibaldini e Unità d'Italia Trani, per salvare piazzetta Peter Pan scende in campo anche Pol...etica Trani, Il Pineto fa partire un corso di formazione su "Disabili e sessualità". Primo incontro il 24 ottobre Trani, trentasei centisti alla fine dell'ultimo anno scolastico. Quindici con lode Rugby: Draghi Bat, ancora una sconfitta. Il Trepuzzi s'impone al "Lello Simenone" «Spazi migranti», nuovo appuntamento stamani alla sede provinciale di Trani di viale de Gemmis L'Istituto di scienze religiose di Trani apre il 39mo anno accademico: questa sera la prolusione inaugurale «Il valore dell'arte nell'educazione»: se ne parlerà oggi, a Palazzo Beltrani, grazie alla Fondazione Megamark Bibliopride, doppio appuntamento alla biblioteca di Trani il 25 e 28 ottobre Croce rossa di Trani, dal 26 ottobre via ai corsi per diventarne volontario «Chiedilo al notaio»: fino al 31 ottobre è possibile prenotare gli incontri di novembre Eccellenza Puglia, risultati e classifica. Mister Costantino: «Dovevamo giocare in casa, peccato per i tifosi rimasti a Trani». Albrizio: «Testa bassa e giocare per i tre punti» Caso Molfetta, capitan Cioffi spezza una lancia in favore dei tifosi del Trani: «Mai stati violenti, e molti dovrebbero chiedere loro scusa» Trani fra cinema, teatro e letteratura con «Sinergie artistiche». A Palazzo Bianchi dal 23 ottobre al 10 dicembre Giorgio Bracardi per la prima volta a Trani: sarà ospite, venerdì sera, del circolo Dino Risi Milano e Trani unite dal buon gusto nella «Cena delle pietre» a quattro mani Mese del benessere psicologico: il prossimo 22 ottobre presso il Centro Jobel seminario formativo su disabilità e famiglia Mese del benessere psicologico, l'Oasi2 organizza un percorso-laboratorio per insegnanti e genitori: "A scuola di benessere" «Il cromosoma dell'orchidea»: Carlo Mazza presenta il suo nuovo romanzo giovedì prossimo a Tranilibri Valeria Mancini presenta «Diario lirico» giovedì prossimo presso l'Auser Trani giovani Museo Diocesano di Trani, il prossimo 25 ottobre verrà presentato il libro "Le confraternite laicali" di Daniela Di Pinto Trani, prosegue la mostra documentaria presso l'Archivio di Stato sulla "Grande Guerra" Vigor Trani, festa rovinata. La Polizia di Stato arresta un 25enne per l'aggressione ai funzionari di Trenitalia. In corso l'identificazione di altri soggetti Dimissioni di Ruggiero dall'Amiu, la lettera al sindaco di Trani: «Incidente chiarito, nessun inquinamento e massima serenità» Trani, si dimette da amministratore unico di Amiu Antonello Ruggiero Dimissioni di Ruggiero, il sindaco di Trani solidale: «Gesto di estrema coerenza, frutto di una pressione insostenibile» Tifosi bloccati in stazione, il Trani esprime loro solidarietà: «Negata una festa di sport» Molfetta-Trani e caso stazione, l'assessore Annacondia: «Anch'io avevo il biglietto e non ho avuto alcuna spiegazione dalle Fs» Novecentoquindici anni: buon compleanno, Cattedrale di Trani. Oggi, con il vescovo, è Festa della chiesa diocesana Tranindanza fra bilanci e prospettive: si lavora già per la decima edizione AGGIORNATO. Non riescono a recarsi a Molfetta, scoppia il caos alla stazione di Trani. Pesanti ritardi in tutta Italia. Festa fuori al ritorno della squadra Molfetta-Trani 1-2. I biancazzurri portano a casa la quinta vittoria e conservano la testa della classifica La Juve Trani vince facile a Napoli: 77-60. Grimaldi top scorer Apulia Trani-Ludos 0-2. In difficoltà le ragazze tranesi contro le rosanero Volley, doppio sorriso nei debutti di Geda ed Aquila azzurra Trani Tennistavolo Trani, sconfitta in D1, la "Ray Just Energy" vince il derby in D2 AGGIORNATO. «I luoghi del Fai», San Domenico adesso è 37ma (10ma online). Il link e la video-guida per votare Calcio allo stadio di Trani anche il lunedì: lo promuove il Centro di salute mentale dell'Asl Bt facendo scendere in campo il volontariato