Ambito di zona Trani – Bisceglie, prorogate le attività dello sportello per l’integrazione degli immigrati

Resterà aperto fino al 31 agosto lo sportello Kipepeio per l’integrazione socio - sanitaria e culturale degli immigrati, servizio dell’ambito sociale di zona di Trani e Bisceglie e affidato alla Comunità Oasi2 San Francesco Onlus e alla cooperativa sociale Migrantes Liberi.

Dopo il primo anno di attività, su indirizzo dei sindaci Amedeo Bottaro, primo cittadino di Trani, e Angelantonio Angarano, primo cittadino di Bisceglie, si è inteso dar seguito alle attività dello sportello, così da continuare a garantire a tutti i cittadini immigrati presenti sul territorio dei due comuni servizi di informazione, orientamento, assistenza legale e amministrativa, mediazione culturale e linguistica.

Lo sportello Kipepeio continuerà dunque ad essere aperto al pubblico a Trani, negli uffici dei servizi sociali (c/o Palazzo di Città, via Tenente Luigi Morrico) il martedì mattina, dalle 9 alle 12, e il giovedì, sia di mattina, dalle 9 alle 12, che nel pomeriggio, dalle 15 alle 18. A Bisceglie, lo sportello sarà aperto al pubblico, sempre negli uffici dei servizi sociali (in via Prof. Mauro Terlizzi), tutti i mercoledì, dalle 9 alle 12, e i giovedì, dalle 16 alle 18.

Gli operatori in servizio svolgeranno inoltre attività di back office, offrendo supporto agli uffici – comuni, Asl e scuole – per i servizi dedicati ai cittadini immigrati e per tutte le altre iniziative comunali d’informazione e sensibilizzazione sui temi dell’integrazione e della cittadinanza attiva.

Nell’anno appena passato, lo Sportello Kipepeio ha garantito assistenza a 192 persone che hanno richiesto consulenza per la gestione delle pratiche di cittadinanza, per il rinnovo del permesso di soggiorno, per il ricongiungimento dei familiari, per modificazioni anagrafiche e di domiciliazioni. Specie in questi ultimi casi, si è reso necessario il raccordo con l’ufficio anagrafe dei comuni di Trani e di Bisceglie soprattutto a seguito dell’entrata in vigore della legge 132 del dicembre 2018 (il cd. Decreto Salvini).

Si sono rivolti allo Sportello in prevalenza cittadini immigranti provenienti dal Marocco e dall’Albania, che vivono sul territorio e lavorano nelle marmerie (cittadini albanesi) o svolgono attività autonoma come ambulanti (cittadini marocchini). Anche le presenze femminili sono riconducibili soprattutto a queste due nazionalità. Molte donne sono giunte a seguito di ricongiungimento familiare, portando dal Paese di origine i figli minori. Il supporto nel disbrigo delle pratiche legali ha interessato quasi sempre interi nuclei familiari e in molti casi ha riguardato pratiche di richiesta di cittadinanza, ad ulteriore conferma del fatto che, sul territorio dell’ambito sociale di zona, la presenza di cittadini stranieri riguarda essenzialmente persone stabilmente residenti.

CONDIVIDI
PUBBLICITA' Ufficio 2000

Notizie del giorno

Il «Festival del tango» di Trani presentato nell’Ambasciata argentina di Roma: verso la cittadinanza onoraria ad Escalada e Zotto Il cane trascinato fra Trani e Barletta sta bene. Come nel film di Aldo, Giovanni e Giacomo, sarebbe stato legato dietro l'auto e poi dimenticato Animale trascinato per strada a Trani, la denuncia della Lega nazionale per la difesa del cane: «Troppa indifferenza» VIDEO. Cane trascinato per strada a Trani, Bottaro conferma la denuncia ma chiede di abbassare i toni: «Facciamo fare alla giustizia il suo corso» Cane trascinato in strada a Trani, Sidoli (Ape): «Governo inasprisca le pene» Debiti delle società sportive di Trani, Fortitudo: «Il Comune ha sospeso i morosi dal 1mo giugno. Noi, in regola» Impianti sportivi, la Fortitudo Trani si toglie qualche sassolino dalla scarpa: «Ecco le migliore apportate al PalaAssi» «Scuole sicure»: dalla Prefettura, a Trani, 33.000 euro Progetto internazionale «Cross festival»: c’è anche l'artista di Trani Davide Valrosso con «A peaceful, peaceful place» Maturità 2019, a Trani è stata la tipologia B la più gettonata. Più Bartali che Dalla Chiesa, più Sciascia che Ungaretti Acque reflue del depuratore di Trani, formalizzata l'aggiudicazione. Santorsola e Di Gregorio: «Importante lavoro tra Regione e Comune» Villa Bini nel degrado, la provocazione del Movimento 5 stelle di Trani: «E se portassimo Sophia Loren a visitarla?» È in edicola il nuovo numero del Giornale di Trani: «Benvenuto» Al Santo Graal di Trani, domani omaggio a Lucio Dalla Trani, prosegue il festival "ArmOnia": il programma completo Oggi, nel carcere femminile di Trani, la rappresentazione della vita di san Nicola il pellegrino Domani e sabato, al polo museale di Trani, convegno dei medici sulla consulenza tecnica d’ufficio «Forme fashion green»: sabato prossimo a Trani l’appuntamento tra moda e ambiente Trani, a santa Geffa, sabato prossimo, la «Notte delle streghe»: aperte le prenotazioni «Il genio, 500 anni di meraviglia»: fino al 30 giugno, a palazzo Beltrani, “Hortus conclusus, installazione a cura degli alunni dell’artistico di Corato “Il genio, 500 anni di meraviglia”: a Trani, fino al 30 giugno, la nuova mostra su Leonardo Da Vinci Maturità 2019, i candidati di Trani al Monastero cantano Venditti a squarciagola. Tracce, ci sono Ungaretti e Sciascia AGGIORNATO. Maturità 2019, al «Moro» di Trani ascensore rotto: disabile trasportato di peso al secondo piano. Il preside: «Riparato tempestivamente, ma avremmo trasferito tutti giù» Trani, contributo libri di testo: si potrà riscuotere da oggi. L'elenco Moto contro auto in via Malcangi: centauro in ospedale e danni anche per una vettura parcheggiata Trani, buongiorno con ciak: da oggi la Loren gira in città «La vita davanti a sé» Concluso il pellegrinaggio diocesano a Lourdes per l’Unitalsi di Trani Barresi: «Sul cavalcaferrovia di via Delle forze armate e l'incuria in via Verdi, un silenzio assordante dell'amministrazione di Trani» Danni da maltempo 2018, disponibili anche a Trani i fondi per le aziende agricole Premio nazionale «Giovanni Bovio»: premiazione fissata al 1mo settembre «Scuola corsara» a Trani, concluso il progetto alla «Baldassarre» con 750 studenti Il movimento «Dico no alla droga Puglia» ha fatto di nuovo tappa a Trani
PUBBLICITA' Lido Mongelli